IDAQ ANALYTICS | LA PRIMA PIATTAFORMA IN CLOUD PER LE AZIENDE DEL DOMANI

Il team di WELOL NEXT, in collaborazione con TOOLS for SMART MINDS, è orgoglioso di presentarti iDaq Analytics, l’innovativa piattaforma in Cloud creata su misura per tutte le PMI che vogliono portare ad un livello superiore la propria efficienza.

SCOPRI COSA PUOI FARE:

  • Gestisci dettagliatamente ogni aspetto del processo produttivo, dalle commesse eseguite durante la giornata lavorativa, alle spese effettuate fino al consumo energetico dell’intera azienda. Avendo tutti i dati a portata di click, hai il pieno controllo di tutto ciò che accade.
  • Grazie all’utilizzo degli algoritmi di Intelligenza Artificiale e degli accurati modelli di Machine Learning, iDaq Analytics individua l'operazione di riparazione che deve essere effettuata anticipando i guasti prima che si verifichino: schedula le riparazioni durante l’orario non lavorativo e avvisa tempestivamente il personale addetto alle manutenzioni. La vita dei tuoi macchinari viene così allungata e la qualità di produzione incrementata nel tempo.
  • Grazie alle migliori ed innovative tecnologie con cui sviluppiamo le nostre soluzioni, la tua azienda è pronta a diventare una Smart Factory.


It's not Global Azure ... but I like it! Un successo digitale.

Nonostante quest’anno, a causa dell’emergenza sanitaria, non sia stato possibile organizzare il consueto Global Azure, siamo comunque molto felici e soddisfatti di aver mantenuto in parte fede alla tradizione attraverso la creazione di un evento alternativo totalmente digital dal titolo “It’s not Global Azure … but I like it!”

Grazie a TEAMS, la piattaforma di web collaboration MICROSOFT è stato possibile permettere la partecipazione di un pubblico numeroso.

Vogliamo ringraziare prima di tutto i partecipanti che hanno trasmesso comunque la loro passione per argomenti di primaria importanza soprattutto in un momento nel quale la tecnologia può essere un valido strumento di supporto alla vita quotidiana delle aziende, ma anche ad ognuno di noi.

Un ringraziamento va anche ai nostri relatori Gabriele Tansini, Roberto Freato, Roberto Ferazzi e Riccardo Zamana, ai nostri partners  e al nostro sponsorEuropean Cloud Conference” grazie al quale è stato possibile la realizzazione dell’evento stesso.

Vai alla documentazioneGuarda i video dei relatori

E ricordati vai sul sito dell’European Cloud Conference e partecipa al concorso per ricevere due biglietti omaggio.


Global Azure Virtual Torino

"It's not Global Azure ... but I like it!"

Global Azure "Virtual" in diretta il 23 aprile

Si avvicina il weekend che avrebbe dovuto ospitare il Global Azure 2020 ma, come ben sapete, speriamo di poterlo ospitare in autunno, dal vivo: un evento che molti di voi aspettano e apprezzano.

Ma non potevamo lasciar passare queste giornate senza far sentire la nostra presenza e l’affetto di tutta la community per cui vi invitiamo ad un pomeriggio insieme ad alcuni amici e speaker per parlare di Azure Cloud Architecture Iot Applications Microsoft Teams.

Welol e Meetup Azure Torino presentano un evento in Live streaming direttamente dal sito dell’evento https://globalazuretorino.welol.it/.

A breve la scaletta delle sessioni.

Tutti i dettagli sul sito dell'evento

Save the date! 

Vi aspettiamo giovedì 23 aprile nel pomeriggio.


Lo Smart Working non è telelavoro, ovvero come vivere e lavorare senza confini.

I consigli di chi lo utilizza da oltre 20 anni

Che piaccia o no, in questo periodo di emergenza sanitaria molte aziende sono state costrette ad attrezzarsi per gestire il lavoro a distanza di dipendenti e collaboratori.

Purtroppo, però molti non sanno che esistono differenze sostanziali tra il telelavoro e lo Smart Working e tendono a fare confusione e ad usare i due termini come sinonimi.

Ma non lo sono.

Il Telelavoro è un lavoro che si svolge a distanza, in un luogo definito (può essere naturalmente anche la propria casa) e deve seguire normative molto precise. Per quanto riguarda lo Smart Working questo aspetto non è vincolante, non è obbligatorio legarsi a un luogo fisico fisso in cui lavorare, ma può andare bene oltre che casa propria, anche un ristorante, un parco, una birreria o qualunque luogo si possa portare un computer o uno smartphone e sia presente naturalmente una connessione internet.

 Il computer però non è l’unico strumento di cui si ha bisogno se si intende attivare la modalità Smart Working, sono necessari anche strumenti di collaboration in grado di permettere la condivisione di documenti, idee e progetti in tempo reale e con una fruizione il più possibile simile a quella a cui siamo maggiormente abituati. Difficile, forse, ma non impossibile…

 La soluzione arriva da MICROSOFT, il gigante di Redmond, da sempre focalizzato sullo sviluppo di strumenti scalabili in grado di aiutare le aziende nel lavoro quotidiano.

 Molte delle sfide che stiamo affrontando in questi giorni per far si che le aziende possano continuare a lavorare con dipendenti e collaboratori delocalizzati, noi le abbiamo affrontate e superate brillantemente, perché il nostro modello di business prevede l’alternanza tra il lavoro in ufficio e giornate Smart Working.

Tutte le nostre postazioni sono dotate di pc portatile con doppio schermo e grazie agli strumenti di Microsoft come Azure, SharePoint, Onedrive e soprattutto teams possiamo accedere ai medesimi documenti e lavorare sui progetti contemporaneamente anche a chilometri di distanza in videoconferenza o chat in tutta sicurezza per noi e per i nostri dati.

Grazie a questa nostra anima non convenzionale. in pochissimo tempo dal decreto del Governo nel quale, facendo appello al senso di responsabilità di ognuno, veniva consigliato di rimanere a casa, siamo riusciti a delocalizzare completamente l’azienda, mantenendo un flusso di lavoro costante su tutti i progetti.

Ed ora forse qualcuno di voi, soprattutto i nostri clienti che ci conoscono meglio, si chiederà come abbiamo fatto con la nostra irrinunciabile pausa caffè.

Abbiamo smaterializzato anche quella. Abbiamo creato una “coffee room” virtuale in cui ritrovarsi a orari prefissati ogni giorno, per fare una pausa e quattro chiacchiere, esattamente come se ci trovassimo in ufficio a prendere un caffè tutti insieme.

 Un modo per rendere più ricco e completo questo momento della nostra storia.

 


[RINVIATO] Welol organizza la seconda tappa del Visual Studio Tour a Cagliari

Visual Studio Tour a Cagliari

Il 14 marzo si terrà a Cagliari la seconda tappa italiana del Visual Studio Tour, evento itinerante fortemente voluto dalla community DotNetSicilia ed in collaborazione con le principali community locali, con lo scopo di far conoscere ed approfondire le potenzialità della famiglia di strumenti di sviluppo Visual Studio.

La giornata sarà suddivisa in sessioni, 3 al mattino e 3 al pomeriggio, dopo una breve panoramica sulle novità saranno approfonditi argomenti specifici: Azure Machine Learning & Visual Studio Code, Deploying & Scaling containers with Azure DevOps & Kubernetes, etc…

L’evento è organizzato da Welol in collaborazione con Visual Studio Italia, con il patrocinio di Microsoft e dell’Università di Cagliari (dipartimento di Matematica e Informatica).

Si ringraziano gli sponsor:  Avanade e Blexin


WELOL ha creato per Astigiana Gomme il primo sito di brokeraggio di pneumatici in Italia.

Astigiana Gomme Microsoft Welol
In foto: uffici Welol srl Torino.

Welol è stata inserita nel progetto “Ambizione Italia per le PMI: storie di innovazione digitale e Made-in-Italy”, il nuovo eBook, sviluppato da Microsoft con l’obiettivo di condividere e promuovere progetti virtuosi di trasformazione digitale e contribuire all’innovazione e alla crescita delle piccole e medie imprese italiane.

Il progetto sviluppato da Welol per ASTIGIANA GOMME, azienda specializzata nella distribuzione di pneumatici, è stato selezionato quale caso di trasformazione digitale virtuoso e raccontato all’interno della raccolta di storie di innovazione come occasione di formazione e condivisione per mostrare ad altri aziende, imprenditori e professionisti del Paese il valore del digitale a supporto della competitività.

Grazie ad un lavoro di analisi fatto in partnership con il cliente, la soluzione tecnologica progettata da Welol è stata in grado di migliorare la produttività, la collaborazione interna e creare un sistema altamente performante per la rete vendita dei gommisti.

Una soluzione innovativa, una piattaforma di “brokeraggio di pneumatici” che gestisce interamente ed in tempo reale il flusso di distribuzione degli pneumatici per i clienti B2B e B2B, dalla richiesta del cliente, alla verifica della disponibilità di pneumatici in-house o presso fornitori, all’emissione dell’ordine.

In questo scenario il Cloud si è rivelato una leva importante che ha creato efficenza ed e ha portato l’azienda ad una crescita costante.

Astigiana Gomme è passata da 8 a oltre 150 marche di pneumatici gestite sulla propria piattaforma, da circa 10.000 a oltre 200.000 referenze disponibili, ottimizzando il servizio al cliente che può adesso consultare autonomamente e in tempo reale le informazioni relative ai pneumatici.

 


WELOL entra nell’Albo del MISE degli Innovation Manager

WELOL è stata abilitata dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) per affiancare le PMI che decidono di attuare una trasformazione tecnologica e digitale.

L’intervento prevede l’introduzione in azienda di figure manageriali in grado di implementare le tecnologie abilitanti previste dal Piano Nazionale Impresa 4.0, nonché di ammodernare gli assetti gestionali e organizzativi dell’impresa.

Dal 7 al 26 novembre, sarà possibile fare domanda per richiedere il voucher per consulenza in innovazione che permetterà di ricevere la consulenza di figure manageriali specializzate, beneficiando di agevolazioni fiscali fino al 50%.

Per maggiori dettagli chiama il +39 011 19665702 o scrivi a info@welol.it


Azure SignalR al Meetup di novembre

Le applicazioni in ambito real-time rappresentano una sfida sotto numerosi punti di vista.

Cosa ci offre il cloud Azure per superare queste sfide?

SignalR Service consente di aggiungere alle tue applicazioni web una comunicazione real-time senza doversi preoccupare della complessità che solitamente queste architetture software comportano.

Immaginiamo uno scenario in ambito manufacturing dove le nostre macchine di produzione inviano continuamente informazioni sul proprio stato e sull’attività in corso: alla complessità lato edge si aggiunge la difficoltà nel gestire e visualizzare velocemente e facilmente questo flusso di dati.

Come può Azure SignalR Service aiutarci a semplificare almeno la fase di monitoring?

Vieni al prossimo Meetup Azure Torino per scoprirlo!

19 novembre ore 19 - via Gioberti 18 Torino

ISCRIVITI

Microsoft Japan sperimenta la settimana lavorativa di 4 giorni

Questa estate, Microsoft Japan ha dato il via ad un esperimento, chiamato "Work-Life Choice Challenge Summer 2019", durante questo periodo è stata testata la settimana lavorativa di 4 giorni.

Ai circa 2000 dipendenti, oltre che il sabato e la domenica, è stato concesso come giorno libero il venerdì, senza che questo comportasse una riduzione degli stipendi. Un esperimento innovativo che ha portato ad un enorme successo.

La produttività è aumentata di circa il 40% e c’è stato un netto miglioramento della soddisfazione dei dipendenti.

Per poter intraprendere una settimana lavorativa di 4 giorni, sono state necessari alcuni cambiamenti organizzativi e logistici interni e molte riunioni sono state gestite da remoto o ridotte.

La riduzione dei giorni lavorativi inoltre ha portato ad una diminuzione dei consumi interni dell’azienda, il che significa che la sperimentazione attuata da Microsoft Japan è stata positiva sia per i dipendenti e il loro benessere, ma anche per l'ambiente stesso, poiché sono state utilizzate meno risorse.

 Ci auguriamo quindi che presto tale innovazione possa essere estesa ad altre realtà italiane per supportare uno sviluppo consapevole anche del Business.


USING OPC UA TO AZURE IOT HUB GATEWAY AND MORE

Using OPC UA to Azure IoT Hub Gateway and more

The coming of IoT technology in manufacturing scenario (Industrial IoT) brings along with it the need to map machines and sensors already connected in the plant to virtual devices (device twin) in Azure cloud

Based on OPC UA to Azure IoT Hub Gateway and OPC Client Welol is developing a solution to connect the customer’s machines to Azure IoT suite

The customer, a fluid control solutions company, implemented a data acquisition system based on RIO National Instruments boards. After that data and devices, available via an OPC UA server, are mapped on Azure IoT using OPC UA client to IoT Hub gateway.

In some cases, the RIO board is connected directly to Azure IoT Hub and vice versa. In both scenarios the IoT Edge Runtime is deployed using Docker on local Linux VM.

Once the operation completes, with machines mapped as devices on Azure IoT Hub, we will use a wide range of Azure IoT services to meet different requirements: Time Series Insights to store time based data for real time monitor & analysis, Cosmos DB and Table Storage for historical data storage, Digital Twins for creating a virtual space to analyze interaction between machines and environment and, last but not least, the IoT Central SaaS platform to build rapid and custom solutions.